Esiste il luogo comune, largamente affermato e condiviso, della superiorità della cucina delle nonne. Ognuno di noi ha nel suo database dei desideri culinari un piatto che si può trovare solo a casa della nonna, di solito un piatto goloso e peccaminoso. La lasagna, l’arrosto, il tiramisù, la torta con la crema e le più svariate merende goderecce delle vacanze. Nel mio caso però non è esattamente così. Ora non me ne voglia la mia nonna che i suoi cavalli di battaglia in cucina ce li ha, ma diciamo che anzi che pensare ai sui manicaretti io penso di più al suo orto. E già, a casa mia non si sogna l’arrosto della nonna, ma la verdura della nonna. E non si potrebbe fare altrimenti perché tutto quello che esce dal suo campo è la fine del mondo. Abituata però a trovare i sacchettini già pronti di insalata, melanzane, zucchine, radicchio, pomodori e chi più ne ha più ne metta, già belli lavati e pronti da mangiare, a volte anche già cotti nel caso di spinaci, fagiolini ecc, non mi sono mai preoccupata di passare con lei una giornata nell’orto, vederlo, farle domande su come nascono e vanno curate quelle delizie che mi trovo già belle e pronte davanti il portone di casa. Devo ammettere che l’università che frequento ha fatto crescere molto di più il mio interesse per le materie prime e per il lavoro delle persone che le producono, ma indipendentemente da questo mi sono detta che non mi costava niente andare da nonna e passare un po’ di tempo con lei nel suo piccolo (e nemmeno troppo piccolo) regno.

Un pomeriggio mi dice “beh te saudo, vago so l’orto a tirare su e sjoe”, tradotto “beh ti saluto, vado nell’orto a raccogliere le cipolle”, ho colto la palla al balzo e ho detto ” nona, vegno anca mi”, e così mi sono ritrovata nel campo con lei a raccogliere cipolle e farmi spiegare tutto su quello che ha piantato e raccolto. Mi ha fatto vedere tutte le nuove new entry dell’orto, come i carciofi e i peperoni, mi ha mostrato le sue zucche e zucchine di cui va fierissima, e posso capirla perché oltre ad essere bellissime sono anche incredibilmente buone, e mi ha mostrato anche con un po’ di delusione i meloni, che viste le continue piogge non sono per niente buoni. Parlava di tutte le sue verdure come se le sentisse veramente sue, le conosce una per una, le cura come se fossero dei cuccioli. Alla fine di tutto questo mi ha detto: “Tutto questo mi da una grandissima soddisfazione”, ed è vero, raccogliere e curare le proprie verdure è tanto bello quanto fare il proprio pane da se. Magari mi fossi interessata un po’ prima all’orto della nonna, sapere da dove viene il proprio cibo, conoscere il lavoro che comporta alle persone che lo producono è fondamentale per mangiare meglio e appezzare di più il nostro cibo, che è tanto più buono quanto è più vicino alla natura.

Mi sembrava proprio il caso di dedicare un post all’orto della mia nonna, e parlare anche un po’ della sua passione per la natura, che con suo grande piacere è riuscita a trasmettere un po’ anche a me. Avevo davvero sottovalutato la capacità che hanno i vegetali di esercitare un curioso e inspiegabile fascino.

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.
close