Ma che caldo fa? Qui lo dico e poi lo nego, perché appena si loda il sole novantanove su cento sparisce subito, quindi zitti zitti godiamoci queste belle giornate. Delle giornate che fanno primavera, che mettono il sorriso e fanno venire voglia di gelato.

Ho un bellissimo ricordo delle elementari, quando il pomeriggio andavo a prendere per merenda un cono gelato enorme – quando mia nonna non mi accompagnava  al bar vicino e prendevo un panino (un filoncino per la precisione) con porchetta, cipolline e maionese… i gusti non si discutono! – alla gelateria affianco la scuola. Mi ricordo l’aria fresca un po’ tagliente dei primi giorni della bella stagione, il sole che scaldava, il cappottino che mi dava fastidio, il cioccolato e la stracciatella e il cono che scrocchiava. Il gelato era sempre cioccolato stracciatella, come la pizza era sempre con le melanzane grigliate e il cartone animato che guardavo dopo la scuola era La Sirenetta – per la disperazione della tata –. Anche da bambina ero una fanatica della routineSe dovessi fare una serata a tema “i migliori anni” il menù offrirebbe pizza alle melanzane e gelato al cioccolato e stracciatella con la colonna sonora de La Sirenetta come playlist e aggiungerei anche un po’ di bollicine e gin&tonic.

Il gelato al mango poco centra con tutto ciò se non che si tratta di gelato e che è una versione espressa, che richiede solo tre ingredienti e niente gelatiera. Io ho la gelatiera della Kitchenaid, e deve stare 14 ore in freezer prima di poterla usare, quindi o la si tiene sempre fredda pronta all’uso oppure ci si organizza. Il freezer di casa è pieno, e la gelatiera spesso non ci sta, contado che in questi ultimi mesi ci siamo congelati con punte anche sotto lo zero diciamo che la gelatiera era l’ultima delle mie preoccupazioni. E chi poteva prevedere queste magnifiche temperature? Sfogo all’ingegno e il gelato si fa lo stesso.

La rete è piena di ricette di gelati casalinghi che non necessitano della gelatiera, ne ho provate diverse e secondo me questa è la migliore, sia per il gusto ma anche per la consistenza dopo diversi giorni di freezer. Di  solito quando la base non viene mantecata bene il gelato tende ad essere durissimo dopo 24 ore in freezer. In questo caso invece non cambia nulla rispetto al gelato acquistato in gelateria, per quando possa indurirsi riacquista la sua cremosità nel giro di 10 minuti, volendo lo si può mangiare anche senza aspettare troppo – se non ho voglia di aspettare scaldo il cucchiaino  sul fornello –. Questa è una ricetta che si presta a moltissime varianti, in questo caso è al mango, ma restate connessi perché stanno per arrivare tante golose declinazioni.

INGREDIENTI per circa 600-700 ml di gelato

250 ml di panna fresca da montare

250 ml di latte condensato

1 mango

1 cucchiaino di estratto di vaniglia.

Sbucciate il mango e tagliatelo a cubetti (non serve essere precisi). Mettete nel frullatore il mango, il latte condensato, la vaniglia e frullate il tutto. Otterrete una sorta di pastella liscia. Montate la panna e unitela al composto di mango amalgamando con movimenti delicati dal basso verso l’alto. Versate il tutto in dei tupperware e lasciate rapprendere in freezer per almeno 7 ore.

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close