Un altro piatto della cucina di papà… le sue ricette emozionali “da scapolo” in cui ogni passaggio è parte di un flusso creativo spontaneo e soprattutto incomprensibile sono state protagoniste anche di questo fine settimana. La domenica va su e giù per casa, poco abituato a starsene con le mani in mano, apre e chiude dispensa e frigorifero ripetute volte, poi si strofina le mani e via, la cucina si trasforma in un ordigno prossimo all’esplosione.

Il pollo è il filo rosso di questo weekend gastronomico appena trascorso. Ogni anno a Natale i vicini ci regalano un pollo della loro aia, un animale di discrete dimensioni e piuttosto paffuto, ragione per cui abbiamo sempre aspettato l’occasione giusta per cucinarlo… e dal momento che l’occasione con la O maiuscola non è mai arrivata, il cuoco in carica ha deciso di metterlo in pentola occasione o no. Ne ha fatto tre pezzi, uno bollito per far brodo, uno ai ferri e uno in umido con patate. Di questi tre il più interessante è l’ultimo, perché non si è limitato a gustarselo nella sua essenza di pollo in umido… no… ci ha voluto condire la pasta, l’apoteosi del suo flusso creativo.

Mi piacerebbe potervi dare la ricetta precisa di questo piatto, perché quelle cosce di pollo cotte in un succulento sugo di pomodoro e aromi erano davvero strepitose, ma nemmeno chiedendo a papà di ricordare come le ha preparate si riuscirebbe a risalire al metodo, colpa del flusso creativo e innocentemente egoistico che guida le sue azioni ai fornelli.

L’innovazione creativa in questo caso però non è quella che lo vede condire la pasta con il sugo del pollo, una cosa che da piccola mangiavo spesso e volentieri quando andavo a pranzo da mia zia Natalina, bensì il fatto che la carne l’ha mangiata proprio nella pasta. Ha spolpato le cosce, ha cotto la pasta e poi l’ha condita nella pentola del pollo e il suo sugo.

Lo so sembra un’americanata di quelle epiche, ma vista l’assenza di panna, burro, formaggio e ketchup ritengo possa essere un piatto classificabile nella categoria del comfort food all’italiana.

Mi spiace solo non potervi dare la ricetta precisa ma solo delle linee guida per riuscire ad ottenere la vostra versione di questo piatto anarchico che ci tenevo tanto a raccontare.
Qui in basso un’altra ricetta della cucina di papà.

 

Moscardini in umido e polenta di ceci. Papà ai fornelli.

INGREDIENTI

2 cosce di pollo con sovracoscie

Passata di pomodoro

Aglio

Cipolla

Sedano

Carote

Cipolle

Vino bianco

Olio extravergine

Peperoncino

Sale

Pepe

Patate a fette.

Linguine

Tritate l’aglio, affettate sottilmente la cipolla e tagliate a cubetti le altre verdure. Mettete il tutto in pentola, condite con abbondante olio, unite la carne, le fette di patate e coprite con la passata di pomodoro e il vino bianco. Accendete il fuoco, portate a bollore e abbassate la fiamma al minimo, portate a cottura i pollo. Quando la carne sarà cotta mettete a cuocere la pasta. Nel frattempo spolpate il pollo e rimettetelo  nel sugo, scolate la pasta al dente, tuffatela nel sugo e finite li la cottura. Servite caldo.

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close