Addictive! Come le ciglia finte, il burro cacao e le patatine. Molto nutty – colpa del cocco – croccante e fragrante, una frolla vegana che se parlasse direbbe: «quella classica mi spiccia casa», insomma di carattere.

 

Il grande cliché della cucina: «i piatti migliori spesso nascono da errori», Massimo Bottura celebra con “Ops, mi è caduta la crostata“ questo luogo comune che mai fu più vero. Taka, il sous chef, avrà sudato ghiaccio quando poco prima del servizio aveva fatto cadere una crostata al limone frantumandola, Bottura invece si è sfregato le mani e ha trasformato quella crostatina rotta nella sua firma. Lungi da me il paragonare questo dolce al genio creativo di Bottura, anche perché a me la crostata non è caduta… era solo troppo dura.

 

La mia intenzione era esattamente quella di fare una crostata vegana al limone. Avevo studiato tutto per bene, avevo fatto un po’ di ricerche su quale fosse il grasso migliore da utilizzare nella frolla, sulla quantità perfetta di amido da mettere nel curd, sulla cottura e via dicendo. Ritenutami soddisfatta mi sono messa al lavoro, ma ho sbagliato qualcosa. La frolla era troppo dura e il curd troppo liquido, la costata non si poteva fare. Non appena avessi provato a tagliarla si sarebbe disintegrata e la crema al limone sarebbe colata ovunque.

 

Beh… crostata decostruita babe! Adesso che ci penso è come fare la scarpetta, solo che al posto del sugo c’è la crema e al posto del pane la frolla. Tanto più che la frolla è al cocco, quindi moooolto golosa e come dicevo prima nutty. Tradurre questo aggettivo in italiano non rende bene, letteralmente sarebbe: che sa di noce, ma quello che intendo dire è che ha quel sapore rotondo, tostato, fragrante… ok va bene, grasso! Ma che buono! Un grasso bilanciato dall’acidità – spiccata – del curd, che soffre un po’ per l’assenza di rotondità data di solito dai tuorli, dal burro e dal latte che in questo caso sono i grandi assenti.

 

Trovatami di fronte a un disco di frolla dalla croccantezza estrema il mio istinto mi ha suggerito di romperla tutta e metterla in un tupperware, la crema l’avrei usata in altra maniera.

Il caso ha voluto che una sera dopo cena, come al solito, andassi alla ricerca di qualcosa di dolce, e questa volta il mio genio creativo ha pensato bene di farmi inzuppare un pezzetto di frolla nel curd. Kabum!

 

Dessert perfetto, direi conviviale. Sia perché lo possono mangiare tutti, onnivori e vegani, tolleranti e intolleranti, sia perché volendo può funzionare come una bourguignon. Si mette una ciotola di crema in mezzo alla tavola e si inzuppa.

Da provare.

 

 

 

 

INGREDIENTI

 

Per la FROLLA

250 gr di farina 00

50 gr di cocco rapè

80 gr di zucchero muscovado + 20 da spolverare in cottura

5 cucchiai di acqua ghiacciata

120 gr di olio di cocco solido e freddo

 

Per il LEMON CURD

400 ml di latte di cocco

120 ml di succo di limone + la scorza dei limoni spremuti

2 cucchiai abbondanti di fecola

30 ml di sciroppo d’agave, o altro dolcificante liquido che non sia miele per rimanere vegani fino alla fine.

 

Mescolate la farina con il cocco rapè e lo zucchero, unite l’olio di cocco molto freddo e impastate con i polpastrelli pizzicando il composto. Aggiungete l’acqua, continuate ad impastare fino a ottenere un impasto liscio e compatto. Fate riposare in frigo per 15 minuti. Preriscaldate il forno a 180°, stendete la frolla tra due fogli di carna forno e trasferitela in uno stampo. Tondo, quadrato, rettangolare non ha importanza, tanto sappiamo tutti che fine farà.

Cuocere per 30 minuti coprendo la frolla con la stagnola e dei legumi secchi che fungeranno da peso, e altri 20 minuti scoperta con una spolverata di zucchero muscovado. Una volta cotta sfornatela e fate raffreddare.

 

Preparate il lemon curd. La ricetta è di Minimalist Baker, un po’ il mio guru per le ricette vegane.

 

In un pentolino dal fondo spesso mettete il latte di cocco e la scorza dei limoni. In una ciotolina sciogliete l’amido nel succo degli agrumi e unite il tutto al latte di cocco. Mescolate bene, aggiungete lo sciroppo d’agave e accendete il fuoco. Mescolate sempre fino a che il composto comincia a sobbollire. Mi raccomando non deve bollire. Abbassate la fiamma e lasciate cuocere piano sempre mescolando. Quando il curd sarà diventato denso tanto da aderire per bene al cucchiaino spegnete il fuoco, trasferite la crema in una ciotola e fate raffreddare completamente. Si conserva in frigo fino a 7 giorni se ben chiuso.

 

Per servire mettete qualche cucchiaio di crema nel piatto da portata con dei pezzetti di frolla.

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close