Qui si va di cioccolata in busta, non mi ero accorta mi piacesse così tanto, ma le statistiche di wordpress lo confermano e i numeri, per quanto mi stiano poco simpatici, non mentono.

 

Per la prima volta in quasi 4 anni di blog ho dato un occhio alle statistiche dell’affluenza sulla Bella Cuciniera, e cliccando qua e la sono risalita alla “classifica” dei post più letti, in cima con mia grandissima sorpresa ho trovato questo: ( http://www.labellacuciniera.com/2014/01/torta-alla-cioccolata-in-tazza-invenzioni-estemporanee-pre-esame/ ) TORTA ALLA CIOCCOLATA IN TAZZA. Una ricetta risalente al 2014, con foto orribili, sfuocate, fatte con il telefono in una situazione poco fotogenica, un testo bambinesco, dal contenuto poco sostanzioso diciamo. Ero moooolto alle prime armi.

 

Però c’è un però. Per quanto poco ortodosso, quel post è la fotografia dei 3 anni che sono stati i più belli della mia vita. Gli anni dell’università, gli anni Pollentini delle sessioni di studio matto e disperato con le mie migliori amiche, gli anni in cui qualsiasi cosa stessimo facendo assieme con noi c’erano sempre cibo, alcol, disagio e tanta, tantissima felicità.

 

Ho riletto il post, mi è venuto da piangere, il cuore mi si è stretto, ho scritto alle mie amiche. Quando ho scattato quelle foto loro erano con me, una ripeteva gli appunti, l’altra versava il vino, quell’altra accendeva una sigaretta e una dispensava da mangiare, così a rotazione.

Adesso siamo sparse in giro per l’Italia e non ci vediamo da un po’, ma quella torta, quel vino, le mille sigarette, l’ansia e l’insicurezza che tutte assieme provavamo mentre ripetevamo come pappagalli i nostri appunti sono indelebili, stampati nei nostri cuori, nei nostri vecchi schemi tutti sottolineati e macchiati.

 

Tra l’altro si trattava di uno dei miei primi esami universitari quindi davvero, un concentrato di emozioni che neanche il sugo di mia nonna.

 

Ho seguito la mia ricetta passo passo, l’ho rifatta tale e quale per rivivere l’esperienza, riviverla in parte chiaramente… l’ansia pre esame è stata sostituita da una sentita nostalgia, e la situazione è totalmente diversa da allora. Mi auguro il testo sia migliore e le foto più capaci di rendere giustizia ad una torta che al di la del suo bagaglio sentimentale è davvero molto buona, e come scrivevo nel post originale… sa proprio di merendina!

 

Non voglio filosofeggiare sul potere rievocativo del cibo, si accenderebbe un discorso molto lungo – bello – ma lungo, tuttavia vi assicuro che è un potere reale ed estremamente potente!

Quello che riescono a fare un profumo, una consistenza, un’azione è meraviglioso.

 

Questa torta è la mia Madeline di Proust.

 

INGREDIENTI

 

2 Uova

110 gr di zucchero

110 gr di burro

110 gr di farina 00

1 busta di preparato per cioccolata in tazza

1 cucchiaino di lievito

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di latte (la ricetta originale ne prevede 10, non so perché, al tempo devo aver fatto confusione quando ho pesato la farina)

Semi di mezza bacca di Vaniglia.

 

Preriscaldare il forno a 180°, sciogliere il burro a bagnomaria e in una ciotola setacciare assieme la farina, il preparato per cioccolata, il lievito e il sale.

Montate le uova con lo zucchero, quando il composto sarà spumoso aggiungete delicatamente con una spatola gli ingredienti secchi setacciati alternando ogni aggiunta con il burro fuso. Aggiungete il latte sempre mescolando delicatamente (se l’impasto risultasse troppo solido aggiungetene).

Versate l’impasto nello stampo e cuocete per 30 minuti. Fate la prova stecchino per verificare la cottura.

Lasciate raffreddare la torta completamente a temperatura ambiente prima di mangiarla.

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close