E’ da due settimane che non riesco a scrivere, mancanza di tempo, della giusta ispirazione e poi non sempre si ha qualcosa da dire. Ho solo cucinato. Credo di aver avuto bisogno di un momento di vero relax.

E’ da due domeniche che mi dedico al meal prep, e secondo me quella di organizzare le provviste per la settimana è stata solo una scusa inventata da me stessa per me stessa in modo da poter giustificare la quantità industriale di cibo che ho cucinato in un’intera domenica pomeriggio. Alcune cose le vedrete prossimamente, altre invece le ho mangiate senza costruirci un set e una storia attorno, relax vi dicevo.

 

Nel PC ho una cartella senza fine in cui raccolgo tutti i link delle ricette che un giorno mi piacerebbe provare, oltre che un file in cui scrivo tutte le idee che mi vengono in mente nel corso della giornata e che mi piacerebbe poi trasformare in un piatto finito. A volte sono solo una serie di ingredienti che in un dato momento penso possano stare bene assieme, a volte invece sono dei piatti finiti.

In queste due ultime domeniche ho voluto provare a realizzare alcune di queste ricette, per vedere che cosa sarebbe venuto fuori e soprattutto – in questo caso mi riferisco alle ricette trovate in rete e nei mie libri – per rendermi conto se nella realtà questi burger vegetali fatti in casa, queste polpette light, formaggi vegan e simili sono davvero come li presentano e come appaiono in foto: belli, buoni, succulenti, e di “facile realizzazione”.

 

Ho cucinato burger di quinoa e zucca, verdure arroste di ogni genere, riso per la pausa pranzo, muffin per la colazione, polpette ed esperimenti vari, ma la cosa più importante ho scoperto i mille usi del tofu, della canapa e riscoperto l’alga nori.

In casa ne ho tantissima, un po’ me ne ha portata mia mamma dal Giappone e un po’ l’avevo comprata io con l’idea che avrei imparato a fare il sushi, in realtà sto ancora lavorando sulla cottura del riso, ma miglioro.

L’errore che avevo sempre commesso in merito alla Nori è che la ritenevo utilizzabile solo per fare il sushi. Ebbene, non è così. Sostanzialmente ci si può avvolgere tutto, un esempio veloce: anzi che la solita insalata mangiata a forchettate dalla ciotola, perché non avvolgerla in un foglio di alga nori, inzupparla in una salsa veloce fatta con burro d’arachidi, zenzero grattugiato fresco e Sriracha? Oppure in una vinagrette con lime, olio di sesamo tostato e salsa di soia? Altro che insalata, e come ho fatto a non arrivarci prima davvero non lo so.

Il vostro involtino può essere imbottito davvero con qualsiasi cosa, per coerenza con la fama di cibo salutare e light che hanno le alghe vi direi da non distanziarvi troppo da tofu e verdure, cous cous di legumi e riso, ma nulla vi vieta di usare del riso, tonno, maionese e cipolline a mo di sushi, oppure petto di pollo e insalata russa… tanto per dirne una o due. Insomma star del momento è la Nori.

 

Altra scoperta è il tofu. Detta così sembra che non l’abbia mai usato, ovviamente non è vero, anzi forse a volte ne ho anche abusato, ma in questo caso la novità sta nell’utilizzo.

Una volta frullato per bene diventa liscio, unito con del latte di cocco e dell’olio di riso diviene cremoso, un pizzico di curcuma lo rende bello giallino, e insaporito con lievito alimentare diventa formaggioso. Un pizzico di sale e se volete un po’ di farina di mandorle e otterrete un formaggio spalmabile davvero soddisfacente.

In questo caso ho aggiunto anche della farina di semi di canapa, iper proteica, realtivamente grassa e quindi rotonda e molto amara, dal colore verde gli da un che di erborinato, sia nell’aspetto che nel gusto.

Che cosa è venuto fuori da tutto questo? Un involtino B-U-O-N-I-S-S-I-M-O con alga nori, crema di tofu alla canapa, mela verde dolce, succosa e acida, e peperone verde per dare carattere. Un pizzico di semi di sesamo e un piatto bellissimo dalla selezione Cermaiche Pop  https://www.facebook.com/RigaSie/  di Le21 https://www.facebook.com/le21botique/?hc_ref=ARRjnk8ayakBWApG7rlITOR86v7qdajxJFnvtGqOLn9qpoDQJhkSCoQ5i16a8-tHgXA,  un disegno bellissimo che esalta l’involtino di nori, leggero e ricco di nutrienti.

 

So che descritta così la ricetta può sembrare un po’ strana, ma vi consiglio vivamente di provare. Tenete sempre nella volta dispensa dei fogli di nori – ormai si trovano dappertutto e si conservano per molto tempo se li chiudete bene – e anche una crema di tofu, avrete sempre qualcosa di sfizioso, sano, proteico e leggero da spiluccare in caso di attacchi di fame o semplicemente quando avrete voglia di qualcosa di salato e che vi ricordi il nostro caro formaggio. Ogni tano variare fa bene.

 

Gli involtini di nori e le creme di tofu torneranno, spero di non averla fatta suonare come una minaccia.

INGREDIENTI per 1 involtino

 

1 foglio di alga nori

2 cucchiai di crema di tofu e canapa

¼ di mela verde taglia a bastoncini sottili

¼ di peperone verde tagliato a bastoncini sottili

Qualche foglia di insalata

Semi di sesamo q.b.

 

Per la crema di tofu

 

200 gr di tofu

1 e ½ cucchiaio di farina di semi di canapa

2 cucchiai di lievito alimentare

1 cucchiaio di latte di cocco

Mezzo foglio di alga nori

1 cucchiaino di curcuma

Succo di mezzo limone

1 pizzico di sale

 

 

Costruite il vostro involtino spalmando la crema di tofu su poco più della metà dell’alga nori. Distribuite le foglie di insalata, i bastoncini di mela e peperone su ¼ della superficie dell’alga e arrotolate il tutto. Decorate con qualche seme di sesamo e servite con un po’ di salsa di soia se vi piace.

 

Per la crema di tofu non dovrete fare altro che frullare tutti gli ingredienti assieme fino a che non avrà raggiunto una consistenza omogenea. Se fosse necessario aggiungete del latte di cocco per rendere il tutto più cremoso.

Se conservata in un tupperware in frigo dura anche una settimana.

 

 

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close