Il titolo di un libro bellissimo, di Harumi Kurihara, didascalico alla maniera giapponese. Spiegazioni semplici di preparazioni concettualmente complesse, perché spiegare come cuocere il riso giapponese è come spiegare come si fa la pasta al pomodoro, qui si suonano le note della cultura.

 

E’ un libro che ti fa venire l’acquolina in bocca, lo sfogli e vorresti tuffarti nella zuppa di miso, saltare nella padella di riso e gamberi e farti spazio tra le costine di maiale glassate alla salsa di soia. Una cosa da perdere la testa.

E’ da un po’ di anni che ce l’ho in casa, ma ho imparato ad apprezzarlo ora, da quando mi sono accorta che mangerei riso bianco, alghe nori e zuppa di miso anche a colazione.

 

Più che altro fino ad ora mi ha dato spunti di utilizzo di ingredienti che uso sempre più spesso, ma un po’ a caso diciamo, un po’ di sesamo qui, miso li, alghe a destra e a manca, chicchi di riso sparsi, zenzero a manetta e tofu pass par tue.

 

Questo libro sto via via dando un po’ di ordine nipponico al mio casino gastronomico.

 

Il piatto di cui vi sto parlando non è tratto dal libro, ma ispirato da una ricetta bellissima che non vedo l’ora di provare.

 

Sembra complessa, carica, sofisticata… ma non lo è. Fondamentalmente è costituita da avanzi:

  • Mazzancolle al vapore della sera prima
  • Riso cotto con largo anticipo

Scalogno, zenzero fresco, succo di limone e alga nori sono gli ingredienti magici.

 

E’ un piatto completo, non solo perché ci sono sia i carboidrati sia le proteine, ma perché è tondo in bocca, la abbraccia in ogni angolo recettivo… una caratteristica dei sapori giapponesi. E’ dolce, acido, pungente, perfetto. Mi ha dato soddisfazione.

 

Riso con le mazzancolle saltate per cena… una frase che mi sa ripeterò spesso.

 

Cuocere il riso da sushi può essere l’unico ostacolo iniziale, non è facilissimo, nel senso, bisogna prenderci familiarità, le prime volte ho cotto dei blob appiccicosi, mentre adesso vado via tranquilla e spesse volte ne ho una bella quantità cotta in frigo. E’ come andare i bicicletta, una volta che hai imparato vai.

Fino ad ora ho provato diversi metodi, ma quello spiegato nel libro di Harumi è il migliore.

 

Di seguito la ricetta

 

INGREDIENTI per una persona o per due antipasti

 

80 gr di riso da sushi

1 cucchiaio di condimento per riso da sushi* (oppure 1 cucchiaio di aceto di riso con un pizzico di zucchero)

Sale alle erbe q.b.

6 mazzancolle cotte a vapore

1 cucchiaio di semi di sesamo

1/2 scalogno

1 pezzo da 1 cm circa di zenzero grattugiato

2 cucchiai circa di succo di limone

2-3 cucchiai di latte di mandorla senza zucchero

1 quadrato di alga nori (1/2 foglio circa)

 

Per prima cosa cuocere il riso.

Sciacquare il riso sotto l’acqua fredda per qualche minuto fino a che l’acqua non diventerà limpida. Lasciarlo riposare su un colino per 15 minuti.

Trasferitelo in un pentolino dal fondo spesso, aggiungete 100 ml di acqua (l’equivalente peso del riso più un po’) e coprite con un coperchio. Portate a bollore il riso, dopo di che abbassate la fiamma al minimo e lasciate sobbollire per 12 minuti. Trascorso questo tempo spegnete il fuoco, lasciate sempre il riso coperto e fate riposare per altri 10 minuti.

In fine condite con 2 cucchiai di condimento da sushi e un po’ di sale alle erbe, oppure con 1 cucchiaio di aceto di riso in cui avrete sciolto un pizzico di zucchero. Lasciate raffreddare.

 

Nel frattempo che il riso riposa e si raffredda leggermente preparate il pesce.

Sgusciate le mazzancolle già cotte (tenete da parte le teste, potrete usarle in seguito o semplicemente mangiarle mentre cucinate come la sottoscritta).

In una padella fate soffriggere con un filo d’olio lo scalogno tagliato a fette sottili, lo zenzero grattugiato e i semi di sesamo. Quando quest’ultimi cominceranno a scurirsi aggiungete il latte di mandorla, mescolate per bene e unite il pesce, fate saltare per qualche minuto, il tempo necessario che le mazzancolle si ricoprano bene di sugo e in fine sfumate con il succo di limone e aggiungete qualche foglia di prezzemolo fresco.

 

A questo punto sistemate il quadrato di alga nori sul piatto da portata, metteteci sopra il riso e in fine le mazzancolle con tutto il loro sugo.

 

 

* E’ un condimento già pronto che si trova nei grandi supermercati oppure in quelli bio, nei negozi etnici, o nelle drogherie / gastronomie ben fornite.

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close