La torta Bilbolbul era/è una semplice torta al cacao senza burro e uova per le signore bene del secolo scorso “che avevano la cameriera, ma non avevano la cuoca” e che Ada Boni, autrice del libro da cui è tratta parte di questa ricetta – Il talismano della felicità – sfidava a saper cucinare alla perfezione delle uova in guscio.

 

Bilbolbul è il protagonista dell’omonimo fumetto riconosciuto essere il primo fumetto italiano. Bilbolbul era un bambino africano della Tripolitania le cui avventure venivano narrate in questo fumetto risalente al 1908, e appare chiaro che il nome di questa torta ricchissima di cacao sia un riferimento alla pelle nera di Bilbolbul… un po’ come i moretti, quelle montagne di pseudo panna o marshmallow, non ho mai capito, ricoperte di cioccolato.

 

Ad ogni modo, sono molto contenta di sapere che già nella prima metà del ‘900 veniva insegnata la semplicità di una torta da credenza, perfetta per le occasioni informali, colazioni, te e merende, alleggerita di uova e di burro, perché il buono sta anche nell’eccezionale assenza di quella che un tempo era una parsimonia informale.

 

Una dose non idifferente di cacao rende questa torta… anzi ciambelline, la fine del mondo e la generosa quantità di zucchero fa si che si che rimangano morbide e appiccicose… l’equivalente di quello che oggi chiameremmo un super chewy vegan brownie. La ricetta originale prevede il latte normale, ma ogni sostituzione andrà bene lo stesso, io ho usato il latte di mandorla senza zucchero che gli da un sapore molto nutty (noccioloso? Non so come renderlo in italiano) e smorza un po’ la dolcezza senza il retrogusto di cartone del latte di soia, non in senso offensivo per carità, io sono proprio una di quelle persone che amano il gusto della soia in tutte le sue forme: tofu, latte, yogurt e derivati… comunque, l’importate è usare un sostituto del latte che non abbia un retrogusto troppo caratterizzante e che non sia troppo dolce, i miei top qualsiasi cosa debba fare sono sempre il latte di mandorla e il latte d’avena.

 

Si preparano davvero in pochi minuti e si conservano in una scatola di latta anche per una settimana abbondante.

 

Ottime secondo i consigli di Ada a colazione e merenda… ma inzuppate in un budino al cacao e banana ti fanno un dessert che è la fine del mondo. Provo a spiegarmi.

 

E’ cioccolatoso che quasi allappa, vellutato come un budino sa essere, crema amara ma addolcita dagli strati di torta che danno consistenza al budino rendendo il tutto una sorta di crema quasi da masticare. Cioè, provare per credere, è da perdere la testa.

 

Ho paura che sottolineando il fatto che è vegano si rompa la magia… ma è quello che è, perché oltre ad essere buono da morire è anche leggero, senza pensieri.

 

 

INGREDIENTI

 

Per 12 ciambelline (le dose riportate sono dimezzate rispetto alla ricetta originale)

 

100 gr di farina 00

125 gr di zucchero

50 gr di cacao amaro

250 ml di latte di mandorla senza zucchero

1 cucchiaino di lievito vanigliato

½ cucchiaino di cannella

 

Per il budino al cacao e banana

 

20 gr di zucchero muscovado

14 gr di maizena

25 gr di cacao amaRo

2 gr di agar agar

400 ml di latte di mandorla

2 banane molto mature (indicativamente 200 gr in totale)

 

Può essere preparato tutto con largo anticipo, ma se decidete di preparare il pudding nello stesso giorno consiglio di infornare prima le ciambelle e poi dedicarsi al budino.

 

Per le ciambelle: preriscaldate il forno a 180°. In una ciotola unite la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito e la cannella. Mescolate perché tutto si amalgami bene e si sciolgano i grumi e unite a filo il latte continuando a mescolare. Amalgamate bene ma non troppo, altrimenti si formerà il glutine e le tortine risulteranno gommose, giusto quello che basta perché non ci siano grumi di farina. Trasferite il composto negli stampini e cuocete per circa 25 minuti. Infilzate uno stuzzicadenti in una tortina e se esce asciutto sono cotte. Sfornate e fate raffreddare.

 

Preparate ora il budino. In pentolino / casseruola dal fondo spesso unite la maizena, il cacao, lo zucchero e l’agar agar, mescolate bene e unite il latte. Mettete la pentola sul fuoco e portate il tutto a bollore continuando a mescolate ( come se steste preparando una crema pasticcera) fino a che il tutto non si sarà addensato e avrà raggiunto una consistenza cremosa.

Nel bicchiere del frullatore a immersione mettete le banane, unite il budino e frullate fino a che non avrete ottenuto un composto omogeneo. Fate intiepidire.

 

Montate il dolce. Un po’ come si fa per le lasagne versate un po’ di crema sul fondo della ciotola che userete per il servizio, sistemate i pezzetti di torta e proseguite con la stratificazione alternando crema e torta fino ad esaurimento degli ingredienti o fin che ce ne sta nella ciotola. Io non ho usato tutto il budino e tutte le tortine, ma solo una parte, il resto l’ho conservato separatamente.

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close