Adoro fare gli onigiri, a essere sincera mi piace più mangiarli che farli però ci sta anche dedicargli del tempo. Quello che è certo è la soddisfazione che danno. Della serie…li ho proprio fatti io!

 

Sono il riso come non siamo abituati a vederlo…bollito, appallottolato e a volte ripieno.

Polpette leggermente insaporite con acidulato di riso, un pizzico di zucchero e un fazzoletto di alga nori. Ogni tanto anche ripieni, con tonno, legumi, quello che si preferisce o quello che si ha in frigo.

 

Descrizione un po’ a grandi linee… diciamo una reinterpretazione di quello che i giapponesi sanno fare sicuramente meglio e soprattutto in modo più ortodosso. Sono l’equivalente della pasta in America, ci mettono la panna il pollo e a noi viene da star male, e allo stesso modo so che ogni volta che metto del tonno in scatola nel riso da sushi appallottolato e lo chiamo onigiri, un giapponese muore dentro.

 

Ad ogni modo l’importante è avere consapevolezza delle proprie azioni.

 

Tornando ai nostri onigiri un po’ tarocchi, l’ideale è farli con il riso da sushi perché ha una resa migliore in termini di consistenza e anche sapore….ma il concetto può essere può applicato a qualsiasi tipo di riso avanzato in frigo. Polpettina e via. Sono perfetti per essere trasportati, quindi per il classico pranzo in ufficio o in università visto che siamo a settembre e arranchiamo tutti verso il miliardo di cose da fare di ogni giorno.

 

Gli onigiri mettono gioia, sono simpatici, ciccioni, ti riempiono la bocca e danno soddisfazione.

Non trascurabile il fatto che sono leggeri, a meno che non ci mettiate dentro i gamberi fritti o cose del genere insomma… per carità, se lo volete fare fatelo e fatemi sapere quanto buoni sono, perché credo che la risposta sia TANTO.

Per accompagnare questi onigiri avevo preparato  una salsa inizialmente fatta un po’ a caso che però si è rivelata essere una bomba. Una mia amica che l’ha assaggiata a cena con me l’ha definita la versione salata del caramello mou… in effetti era davvero buona, solo yogurt bianco di cocco senza zucchero e miso…il gusto pieno e avvolgente dello yogurt di cocco accoglie a braccia aperte la dolcezza mista a sapidità del miso di riso. Da provare!

Prima di lasciarvi la ricetta aggiungo qualche info di servizio:

 

  • Ci vuole un po’ di tempo, quindi il momento migliore per farli è la domenica oppure quando potete stare a casa per un po’ e dedicarvi a loro.
  • Si conservano tranquillamente in frigo per un po’ di giorni, quindi il tempo speso è ben ripagato perché ne potete fare in quantità da tenervi per più pasti.
  • Non sono difficili.
  • Li rifarete sicuramente
  • In questa ricetta li ho fatti ripieni di tonno in scatola con un po’ di miso di riso e avocado, ma potete riempirli davvero con quello che volete.
  • Non è necessario farli per forza ripieni, se vi piace il gusto del riso da sushi e lo condite bene con l’acidulato di riso sono buonissimi “in bianco”, una salsa di soia di qualità è ampiamente sufficiente.

 

 

 Piatto Ceramica Pop

INGREDINETI per 5 onigiri grandi oppure 7 piccoli

 

250 gr di riso da sushi (per cui serviranno 300 ml scarsi di acqua, per la precisione 290)

2 cucchiai di condimento per riso da sushi

1 scatoletta di tonno

3 fette di avocado

2 cucchiaini di miso

1 cucchiaino di succo di limone

1 foglio di alga nori da cui ritaglierete 7 o 5 rettangoli

Semi di sesamo q.b.

Per la salsa al miso:

2 cucchiai di yogurt di cocco bianco senza zucchero

2 cucchiaini di miso

Per prima cosa cuocere il riso, dal momento che deve essere freddo per poterlo utilizzare è meglio prepararlo con largo anticipo, o la mattina per la sera o il giorno prima.

Vi riporto la procedura standard che utilizzo e di cui avevo già scritto qui: Riso giapponese, carote alla menta, merluzzo e germogli

  • Lavare il riso.Questa è la parte più fastidiosa e anche dispendiosa. Bisogna lavare il riso affinché perda più amido possibile. Versate il riso in un ciotola e riempitela di acqua molto fredda, muovete con le mani il riso in modo circolare (più o meno come quanto vi lavate i capelli). Noterete che l’acqua diventerà subito torbida… è l’amido. Scolate e ripetete l’operazione cambiando l’acqua per 10 volte. In teoria l’acqua alla fine di tutto il procedimento dovrebbe essere limpida…io non sono mai arrivata a quel livello, 10 lavaggi secondo me sono più che sufficienti.

 

  • Far riposare il risosu un colino per 30 minuti

 

  • Cuocere il riso. Portare l’acqua ebollizione. Versarvi il riso, mescolare, e quando riprende il bollore trasferire la pentola nel fuoco più piccolo del fornello e mettere al minimo. Coprire e cuocere per 13 minuti precisi. Mettete il timer. Quando sarà trascorso questo tempo spegnere il fuoco e far riposare per altri 10 minuti senza togliere il coperchio.

 

  • Togliete il coperchio e con un cucchiaio staccate il riso dalle pareti della pentola portandolo verso il centro. Aggiungete il condimento, mescolate ancora delicatamente. Fate raffreddare.

 

Preparate il ripieno.

Scolate il tonno e mettetelo in una ciotola. Aggiunte il miso, l’avocado e il limone, mescolate bene con una forchetta fino a che non avrete ottenuto una specie di crema.

 

A questo punto si possono formare gli onigiri. Prima di toccare il riso bagnatevi le mani con l’acqua fredda se no vi si appiccica dappertutto, mantenetele sempre umide.

Stendente della pellicola sul piano di lavoro sistematevi al centro un cucchiaio di riso, appiattitelo un po’ con le dita, adagiatevi sopra un cucchiaino di ripieno e coprite con un altro cucchiaio di riso. Richiudete la pellicola come se steste formando un saccottino di riso e modellatelo per ottenete una forma triangolare. Lasciate il riso all’interno della pellicola fino al momento di servirlo, così si compatterà per bene.

Procedete in questo modo fino a esaurimento degli ingredienti.

Preparate la salsa mescolando lo yogurt e il miso.

Poco prima di servire gli onigiri rivestiteli alla base con un rettangolo di alga nori. Ultimate rivestendo i lati con semi di sesamo.

Per servirli sporcate il piatto con la salsa e adagiatevi sopra l’onigiri.

 

Si conservano in frigo anche per 4 giorni ben chiusi in un tupperware.

 

 

 

 

 

 

 

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close