In scatola non solo il tonno, ma dopo lo sgombro arriva il salmone. Quello che vi ho appena spacciato come salmone al vapore in realtà è salmone in scatola, che lo so… esiste dall’alba dei tempi, ma non per me.

L’ho scoperto da poco, per la precisione da quando ho cominciato a stancarmi dello sgombro, che a sua volta era diventato un must have dopo che analogamente mi ero stancata del tonno… cosa succederà poi… chi lo sa, forse tornerò al caro vecchio tonno che accumuna le generazioni.

 

Sembrerebbe che il protagonista della ricetta sia il salmone, e mi sa che lo è, anche se inizialmente non era mia intenzione. La zuppa / vellutata voleva essere l’unica star, il fatto è che era troppo verde e liscia, mancavano un po’ di colore e consistenza, era tutto troppo mono: mono colore, mono consistenza, mono gusto, per carità buonissima, la cremosità delle patate, l’amarognolo dei cavoletti e la dolcezza del porro hanno creato la combinazione perfetta, ma mancava lo zigazig ah. Inizialmente mi sarebbe piaciuto aggiungere dei ceci arrostiti, croccanti e sfiziosi, ma non avevo tempo perché avevo fame.

Sarà stato il colore rosa della ciotola a farmi pesare al salmone… fatto sta che ho pensato che ci sarebbe stato davvero bene. Per il tempo che mi sarebbe costato ci ho provato, ho aperto la scatoletta e ne ho messo qualche pezzetto nella zuppa.

 

TOP

 

Assolutamente da provare, e il salmone in scatola assolutamente da riconsiderare.

 

PS: chiaramente nulla toglie che si possa sul serio cuocere a vapore un filetto di salmone, il valore aggiunto è inopinabile.

 

INGREDIENTI per due persone molto affamate

 

300 gr di cavoletti di Bruxelles (peso già mondati)

200 gr di patate (circa 2, peso già sbucciate)

100 gr di porro

2 cm di zenzero fresco

1 cucchiaino di prezzemolo tritato

60 ml di vino bianco secco

700 m di acqua o brodo vegetale

1 cucchiaino di miso

1 cucchiaino d’olio

 

Per prima cosa pulire tutte le verdure (quando le tagliate non serve essere precisi, tanto poi si frulla tutto):

Lavare il porro e affettarlo.

Lavare i cavoletti di Bruxelles, eliminare il piccolo gambo e tagliarli a metà

Pelare le patate e tgliarle a cubetti

Sbucciare lo zenzero e tagliarlo a piccoli pezzetti.

 

Mettere tutto in una pentola capiente e non appena comincia a sfrigolare sfumare con il vino bianco. Mescolare e dopo qualche minuto aggiungere l’acqua, portare a bollore, abbassare la fiamma e far cuocere per circa 30 minuti (fino a che le verdure non saranno morbide).

 

Terminata la cottura far intiepidire, aggiungere il miso, il prezzemolo e l’olio e frullare fino a che non si sarà ottenuta una crema liscia e vellutata. Assaggiare e aggiustare eventualmente di sale.

 

Impiattare e aggiungere il salmone cotto a vapore (modo elegante per dire salmone in scatola 🙂 )

 

 

 

Autore

Scrivi un commento

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

 

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

 

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.

close